News & eventi

Il Mondo Suomy

(DOPPIA) DOMENICA D'ARGENTO

(Doppia) Domenica d'argento

 

Campionato del Mondo MotoGP.

Campionato del Mondo Endurance.

Spagna. Aragon.

Francia. Paul Ricard.

23 giri.

24 ore.

Mondi diversi. Uniti dalla stessa emozione.

Due podi. Due secondi posti.

Due talenti diversi.

Il gusto del prosecco che ti sei guadagnato.

Il sapore dello champagne che credevi di aver dimenticato.


Una domenica storica per SUOMY che ha visto salire sul podio in due campionati mondiali, due ragazzi speciali.


In MotoGP, ad Aragon, dopo un weekend sofferto, il nostro portacolori Andrea Dovizioso dimostra la sua tenacia riuscendo a guadagnare ben 9 posizioni con un’incredibile rimonta. Partito dalla decima casella in griglia di partenza, giro dopo giro, riesce a superare gli avversari e a tagliare il traguardo al secondo posto.
Il suo sorriso a fine gara, dice tutto.

ANDREA DOVIZIOSO
“Ritornare sul podio era molto importante dopo le gare di Silverstone e Misano, per cui oggi sono veramente contento, soprattutto per il modo in cui siamo arrivati ad ottenere questo secondo posto. Partivo decimo dalla quarta fila a causa di un mio errore ieri in qualifica, ma sapevo di avere un buon passo e sulla griglia abbiamo fatto la scelta giusta di pneumatici decidendo di montare la gomma posteriore morbida. In gara sono stato costante fino alla fine, ho risparmiato le gomme, e sono riuscito a rimontare posizione su posizione fino a superare Jack e Maverick per chiudere il GP al secondo posto”.



Al Paul Ricard invece si correva l’iconico Bol D’Or, tappa storica del Campionato del Mondo Endurance.
E, per la prima volta, SR-GP sale sul podio di questo incredibile campionato grazie a Gino Rea che, insieme ai suoi compagni di team, riesce a raggiungere un risultato incredibile, concludendo le 24 ore di gara in seconda posizione.

GINO REA
Incredibile il risultato…di un team privato! Un lavoro di squadra perfetto. Grazie ai miei compagni di squadra. Ancora non ci credo. Abbiamo dominato la gara per le prime due ore e siamo riusciti a mantenere la seconda posizione fino alla bandiera a scacchi”.

 

 

Questo sito fa uso di cookies. Continuando la navigazione se ne autorizza l'uso.