News & eventi

Il Mondo Suomy

#HOMEGP

#HomeGP

 

La gara di casa ha sempre un sapore speciale. Lo senti nell'aria, lo vedi sul viso dei tifosi e lo percepisci dalle emozioni dei piloti.

Il weekend italiano è stato un saliscendi di emozioni, proprio come le salite e le discese che rendono il Mugello il circuito più bello del Mondo.



In MotoGP Dovi ha sofferto un po’ in qualifica, ma è stato comunque capace di portare nuovamente SR-GP sul podio davanti ai suoi fans.

Andrea parte dalla terza fila, ma dalla prima curva è subito uno dei protagonisti.

La gara non si può spiegare in poche parole perché è stata terribilmente emozionante. Sorpassi, colpi di scena, frenate al limite e il cuore che va a mille.

E dopo una gara così, solo applausi per Desmodovi che sale sul terzo gradino del podio e segna anche il record di velocità sul circuito toscano, battendo il muro dei 356.7 km/h.



Pecco Bagnaia dimostra tutto il suo valore guadagnando la miglior qualifica della stagione e lottando per quello che poteva essere anche il miglior risultato. Sfortunatamente, mentre si trovava in settima posizione, incappa in una caduta.


ANDREA DOVIZIOSO
“È stata una gran bella gara, come spesso accade qui al Mugello. Fino all’ultimo giro è andato tutto alla perfezione: sono riuscito a partire molto bene e a mettermi in una buona posizione per gestire le gomme, restando sempre tra i primi nonostante i numerosi sorpassi nel gruppo di testa. Il mio piano era di prendere il comando all’inizio dell’ultimo giro, ma ho dovuto alzare la moto in uscita della prima curva per evitare un contatto ed ho perso qualche metro. Mi dispiace, ma d’altro canto sono molto contento per Danilo, che si merita veramente questa vittoria. Sarebbe stato più bello fare primo e secondo, però Márquez è stato molto competitivo anche qui. Da parte nostra, abbiamo faticato un po’ nei primi turni ma ancora una volta siamo riusciti a giocarcela fino alla fine in gara. Vogliamo di più e continueremo a lavorare per migliorare”. 

FRANCESCO BAGNAIA
“E’ un peccato non essere riuscito a finire la gara. Il nostro obiettivo era quello di stare nella Top 10 ed il passo gara era molto buono. Sono comunque soddisfatto perché nelle ultime tre gare abbiamo fatto dei grandi passi in avanti. Ci riproveremo a Barcellona”.

 

Weekend finito in anticipo anche per i ragazzi delle categorie minori. Sia Stefano Manzi che Romano Fenati stavano facendo una buona gara che però non riescono a terminare, entrambi a causa di una caduta.

STEFANO MANZI
“Sono molto dispiaciuto per come si è conclusa la giornata di oggi. In primis vorrei chiedere scusa alla squadra perché cadere così nella gara di casa è davvero un peccato. Ho fatto una scivolata inaspettata all’Arrabbiata 1, stavo tenendo un buon passo però poi sono caduto. Ringrazio la squadra e tutti gli sponsor che sono stati con noi questo week end. Ci vediamo a Barcellona”.

ROMANO FENATI
"Stavo recuperando e mi stavo riportando in lotta per la vittoria, ma forse ero troppo al limite. Non ci voleva questa scivolata".



Prossimo appuntamento: Barcellona,  15/16 Giugno

Questo sito fa uso di cookies. Continuando la navigazione se ne autorizza l'uso.