News & eventi

Il Mondo Suomy

DUE SU DUE- SR-GP ANCORA SUL PODIO DELLA MOTOGP

Due su due. SR-GP ancora sul podio della MotoGP

SR-GP brilla anche sul podio di Termas de Rio Hondo (Argentina grazie ad Andrea Dovizioso, terzo al traguardo.

Partito dalla prima fila, Dovi ha dettato il ritmo del gruppo di piloti in lotta per il podio mentre erano all’inseguimento di Marquez, leader della gara. AD04 è riuscito a mantenere la seconda posizione per la maggior parte della gara, dominando i suoi avversari fino all'ultimo giro, costretto a cedere una posizione a causa di un calo di prestazioni degli pneumatici.
Il terzo posto di ieri segna il secondo podio consecutivo nel 2019 di Dovi che, dopo l’emozionante vittoria in Qatar, si assicura la seconda posizione in campionato, a soli quattro punti dal leader provvisorio.

Un risultato importante arriva anche per Francesco Bagnaia, che riesce a conquistare i primi due punti della sua carriera in MotoGP.
Dopo una bella partenza, che gli ha consentito di recuperare tre posizioni nei primi 3 giri, Pecco si trova ad affrontare un eccessivo consumo della gomma anteriore che gli crea dei problemi nella guida. Nonostante questo però, Bagnaia, mostra la sua tenacia concludendo il suo secondo round in MotoGP in 14 ° posizione.

ANDREA DOVIZIOSO
“Sono sicuramente contento per questo podio, che era il nostro obiettivo alla vigilia, su una pista storicamente ostica per noi. D’altro canto, non sono soddisfatto del rendimento della gomma posteriore perché non siamo riusciti a fare la differenza a fine gara, cosa che invece ci sembrava possibile alla luce di quanto visto in prova. All’ultimo giro non sono riuscito a distanziare Rossi né a ripassarlo, sarebbe stato troppo rischioso e 16 punti sono comunque molto importanti per noi. Sicuramente abbiamo raccolto dei dati interessanti, che studieremo dettagliatamente in vista della prossima gara. Anche quella di Austin non è una pista facile per noi, ed il nostro obiettivo in Texas sarà quello di provare a salire ancora una volta sul podio”. 

FRANCESCO BAGNAIA
“Era molto importante riuscire a finire la gara e capire più cose possibili. Sono abbastanza contento per il risultato: è un buon punto di partenza. Ho capito molto su come guidare nella prima fase di gara. Sono partito bene e sono riuscito ad andare forte ma ho scaldato troppo la gomma anteriore. E’ stato comunque un buon week end e andiamo ad Austin con fiducia”.


Poca fortuna invece per i talenti delle categorie inferiori.

In Moto2, Stefano Manzi, che partiva dall’ottava fila, riesce subito a recuperare ben 5 posizioni prima essere costretto ad abbandonare la gara a causa di una caduta provocata da un contatto con un altro pilota. Al centro medico gli viene diagnosticata un’infrazione del radio distale del polso destro senza apparenti fratture. A seconda del dolore dei prossimi giorni Manzi potrebbe dover essere sottoposto ad ulteriori accertamenti.

STEFANO MANZI
“È stata una caduta abbastanza stupida perché ero nel primo giro lanciato, ma purtroppo per superare gli altri piloti ho dovuto azzardare una staccata un po’ brusca per recuperare più tempo possibile e siccome non ero di fianco, ma dietro, l’altro pilota non mi ha visto e ha chiuso la curva. Quando sono rientrato non ho fatto a tempo a fermarmi e c’è stato un contatto. Ho avuto una brutta caduta ma per fortuna sto abbastanza bene. Ora vediamo di rimetterci al meglio per la gara di Austin”.

Gara difficile anche per Romano Fenati in Moto3, che nonostante abbia dimostrato un passo vincente durante tutti i turni di prove, finisce la gara fuori dalla zona punti.

ROMANO FENATI
"È stato un weekend un po' complicato, fatto di alti e bassi. Ieri ero sereno perché avevamo fatto una buona qualifica e risolto i problemi in frenata. Nei primi due giri mi si è chiuso il davanti un paio di volte, in maniera anomala e questo ha compromesso la mia gara. Ci rifaremo sicuramente in Texas"!

 

 

Questo sito fa uso di cookies. Continuando la navigazione se ne autorizza l'uso.